Tabella comparativa migliori prodotti

1
2
3
4
5
Prodotto
Candy GVSW 496THC Lavasciuga, 9+6 Kg, 1400 giri
AEG L9WEC169K Libera installazione Carica front...
Candy GVW 585TWC-S
Hotpoint-Ariston AQD970F 69
Hotpoint Ariston Lavasciuga Asciugatrice 9Kg Cl...
Immagine
Candy GVSW 496THC Lavasciuga, 9+6 Kg, 1400 giri
AEG L9WEC169K Libera installazione Carica frontale A Nero, Argento, Bianco
Candy GVW 585TWC-S
Hotpoint-Ariston AQD970F 69
Hotpoint Ariston Lavasciuga Asciugatrice 9Kg Classe A 61 cm 1600 giri AQD970F697
Voto Finale
8/10
7.8/10
7.6/10
5.2/10
4.5/10
Immagine
Candy GVSW 496THC Lavasciuga, 9+6 Kg, 1400 giri
Prodotto
Candy GVSW 496THC Lavasciuga, 9+6 Kg, 1400 giri
Voto Finale
8/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato
Immagine
AEG L9WEC169K Libera installazione Carica frontale A Nero, Argento, Bianco
Prodotto
AEG L9WEC169K Libera installazione Carica frontale A Nero, Argento, Bianco
Voto Finale
7.8/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato
Immagine
Candy GVW 585TWC-S
Prodotto
Candy GVW 585TWC-S
Voto Finale
7.6/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato
Immagine
Hotpoint-Ariston AQD970F 69
Prodotto
Hotpoint-Ariston AQD970F 69
Voto Finale
5.2/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato
Immagine
Hotpoint Ariston Lavasciuga Asciugatrice 9Kg Classe A 61 cm 1600 giri AQD970F697
Prodotto
Hotpoint Ariston Lavasciuga Asciugatrice 9Kg Classe A 61 cm 1600 giri AQD970F697
Voto Finale
4.5/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato

Lavasciuga: come funziona, caratteristiche tecniche, i motivi per acquistarla, modelli migliori del 2019, prezzi, recensioni

Una lavasciuga è uno strumento davvero molto utile e che sta diventando sempre più popolare e utilizzato, specialmente nelle famiglie numerose; infatti vi offre la possibilità sia di lavare che di asciugare, risulta quindi particolarmente funzionale e perfetto anche per chi ha poco spazio a disposizione in casa ,ma non vuole rinunciare alle funzioni di un asciugatrice. Acquistando questo strumento, sarete in grado di avere un unico grande elettrodomestico che sarà in grado di svolgere una doppia funzione. In questa guida adesso andremo a vedere proprio quali sono le caratteristiche principali dei modelli più diffusi e le principali funzioni di cui sono dotati questi utili strumenti.

Cos’è una lavasciuga?

 

 

Possiamo definirla a tutti gli effetti una lavatrice che è dotata di un dispositivo per l’asciugatura di indumenti e biancheria.

Quindi, vengono utilizzati come delle normali lavatrici ma possono permettervi anche di asciugare gli indumenti dopo averli lavati. Potremmo definirlo un dispositivo 2 in 1, caratterizzato da una doppia funzione.  Questi strumenti possono essere utili per vari motivi, in quanto vi permettono di risparmiare spazio e di asciugare i vostri indumenti in modo pratico e veloce, anche in inverno quando, a causa di condizioni meteo avverse, potrebbe risultare più difficile.

Usi e utilità

Questo dispositivo è uno strumento pensato per andare ad effettuare il lavaggio e l’asciugatura dei vostri indumenti, quindi permette permette di svolgere una doppia operazione.

L’uso principale è quindi quello di svolgere le funzioni di una lavatrice e di un’asciugatrice insieme. Grazie a quest’unico strumento avrete infatti la possibilità di lavare tutti i vostri indumenti e successivamente di asciugarli senza dovervi preoccupare di stenderli fuori.

Questo elettrodomestico, che combina le funzioni di una lavatrice e di un’asciugatrice in un unico dispositivo, vi permetterà di risparmiare tempo ed energia che potrete dedicare ad altre attività. Per esempio, se avete una casa piccola o comunque degli spazi ridotti ma non volete rinunciare alle funzioni di un’asciugatrice, allora acquistare questo dispositivo potrebbe rivelarsi la scelta vincente. Inoltre averne una potrebbe rivelarsi utile anche se avete problemi nello stendere e fare asciugare i vostri indumenti all’esterno, spesso a causa di condizioni meteo avverse.

I motivi per acquistarne una

I motivi principali per cui acquistare uno di questi elettrodomestici sono i seguenti:

  • Spazi ridotti. Il motivo principale è sicuramente la mancanza di spazio. Se avete degli spazi ridotti che non vi permettono di posizionare due elettrodomestici, ma non volete rinunciare alla funzione di asciugatura, allora la lavasciuga sarebbe la soluzione ideale.
  • Praticità. Visto che si tratta di uno strumento estremamente pratico da usare e che combina due funzioni, lavaggio e asciugatura,  con un solo strumento potrete sia lavare i vostri indumenti che asciugarli senza neanche tirarli fuori.
  • Risparmio di tempo. Questo strumento vi permetterà di lavare i vostri indumenti e successivamente li asciugherà. Quindi con un solo elettrodomestico otterrete un doppio risultato che vi aiuterà a risparmiare tempo che potrete dedicare ad altro.

Differenza tra lavasciuga e asciugatrice

Quali sono le differenze basilari tra questi due elettrodomestici? Ebbene, hanno delle caratteristiche ben distinte che li rendono due strumenti completamente diversi. Andiamo ad analizzarle insieme. Una lavasciuga è un elettrodomestico che racchiude in sè due funzioni separate. Infatti vi permette sia di lavare i vostri indumenti che di asciugarli senza problemi. Quindi svolge una doppia funzione.  Invece un’asciugatrice vi permette semplicemente di asciugare i vostri indumenti dopo averli lavati. Si tratta quindi di un dispositivo da usare in combinazione con una lavatrice.

Quindi possiamo affermare che la differenza sostanziale tra questi due strumenti sono proprio le funzioni che li caratterizzano e il modo in cui possono essere utilizzate.

I costi

Passiamo ora ad una delle questioni più utili relative a questi strumenti, il loro prezzo. Possiamo già partire dicendo che si tratta di un grande elettrodomestico, quindi è ovvio che abbia dei costi decisamente superiore ad altri tipi di strumenti. Inoltre, combinando due funzioni diverse, è normale che abbia dei costi più elevati rispetto per esempio ad una semplice asciugatrice. Comunque, possiamo suddividerle in 3 categorie principali:

  • Economiche. Possono avere dei prezzi che vanno dai 300 € ai 400 €.
  • Di fascia media. In questo caso invece i prezzi possono aggirarsi tra un minimo di 400 € fino a un massimo di 600 €.
  • Semi professionali. Questi modelli invece sono i più professionali e quindi costosi; i loro prezzi possono andare dai 700 € agli oltre 1000 € e anche più.
Modelli di lavasciugaFasce di prezzo
EconomicheDai € 300 ai € 400
Di fascia mediaDai € 450 ai € 600
ProfessionaliDai € 650 ai € 1000

Caratteristiche strutturali e funzionali

Passiamo ora ad un argomento un po’ più tecnico. Quali sono le caratteristiche essenziali che rendono questi strumenti funzionali e adatti all’obiettivo per il quale sono realizzati? Scopriamole insieme:

  • Tecnologia di asciugatura. Questo è sicuramente la caratteristica principale di cui tenere conto. Infatti per quanto riguarda il processo di asciugatura, avrete la possibilità di scegliere tra due tipi di tecnologie sfruttate: un’asciugatura a condensazione o a espulsione. Entrambe queste tecnologie sono funzionali ma possono essere più o meno adatte alle vostre esigenze.
  • Capienza. La capienza è l’elemento che indica la capacità di carico, cioè la capienza massima del cestello di questo strumento. E’ un elemento essenziale perchè vi permette di capire la quantità di indumenti che potrete lavare ed asciugare in questo strumento. Tenete conto che la capacità di carico è diversa tra lavaggio e asciugatura. Per esempio, mentre un modello classico ha una capacità di carico per il lavaggio di circa 6\8 kg, per l’asciugatura avrà invece una capacità di 4\6 kg.
  • Potenza e consumi. La potenza sfruttata è un elemento importante perchè andrà a caratterizzare le possibilità di utilizzo e i consumi che si andranno a registrare. Per quanto riguarda la potenza complessiva, dovreste tenere conto non solo dei consumi elettrici ma anche di quelli idrici.
  • Programmi e funzioni. I modelli più diffusi in commercio sono dotati di numerosi programmi e funzioni che sono dedicati sia al lavaggio che all’asciugatura. Queste funzioni aggiuntive possono essere utili per trattare diversi tipi di indumenti che possono avere stoffe e caratteristiche diverse. Inoltre le funzioni aggiuntive possono essere utili per rendere il processo di lavaggio e asciugatura ancora più funzionale ed efficiente.

I parametri tecnici più rilevanti

Quando vi apprestate ad acquistare una lavasciuga, quali sono gli elementi principali di cui dovreste tenere conto? Analizziamoli insieme:

  • Capacità di carico. La capacità di carico, o capienza, è l’elemento che caratterizza  la capacità di carico del cestello. La capienza del cestello è un elemento importante di cui tenere conto perchè va ad influenzare la reale capacità di lavaggio e di asciugatura. Prima di acquistare uno qualsiasi di questi elettrodomestici, tenete conto della sua capacità reale e ricordate che la capacità di lavaggio è sempre maggiore di quella di asciugatura.
  • Potenza. La potenza è sicuramente un’altra delle caratteristiche tecniche più importanti di cui tenere conto. Dovreste scegliere uno strumento caratterizzato da una potenza abbastanza elevata, che vi garantisca quindi delle prestazioni efficienti e sopratutto veloci, ma allo stesso tempo che non sia così eccessiva da aumentare eccessivamente i consumi sia elettrici che idrici. Solitamente una lavasciuga di buona qualità sfrutta una potenza che si aggira intorno ai 1500 watt.
  • Materiali. I materiali sono un elemento piuttosto importante, questo perchè dei materiali di scarsa qualità renderanno lo strumento decisamente meno efficiente. Invece assicurarsi che i materiali siano di ottima qualità vi garantirà una maggior durata dell’elettrodomestico stesso.
  • Programmi. I programmi e le funzioni aggiuntive sono dedicati ad alcune caratteristiche particolari. Per esempio programmi specifici di lavaggio e asciugatura, oppure programmi dedicati a dei tessuti in particolare o ancora programmi dedicati al risparmio tempo. Questi elementi rendono la lavasciuga più versatile.

I vantaggi

Il primo vantaggio derivante dall’utilizzo di una lavasciuga è sicuramente la possibilità di svolgere due funzioni con un solo elettrodomestico. Utilizzandole infatti avrete la possibilità di combinare le funzioni di una lavatrice e di un’asciugatrice nello stesso elettrodomestico.

L’altro vantaggio è sicuramente il risparmio di spazio. Infatti avere in casa un unico dispositivo che svolgerà una doppia funzione vi permetterà di occupare lo spazio in modo intelligente. Un ulteriore vantaggio da menzionare è il risparmio di tempo. Infatti utilizzando una lavasciuga avrete la possibilità di utilizzare lo stesso strumento sia per lavare i vostri indumenti che per asciugarli. Dai conseguenza risparmierete molto tempo e non dovrete neanche spostare i vostri vestiti da un dispositivo all’altro.

Eventuali svantaggi

Tra i pochi svantaggi che possiamo menzionare c’è sicuramente un elevato consumo di corrente. Quindi dovrete stare attenti ad utilizzarle tenendo sotto controllo quelli che saranno i consumi registrati. In questo caso l’unico accorgimento che potrete prendere è semplicemente scegliere un elettrodomestico di classe energetica molto elevata.

Un altro svantaggio da menzionare è che la lavasciuga non potrà essere usata in contemporanea con altri elettrodomestici importanti come per esempio il forno. Comunque per evitare di incorrere in questi svantaggi, dovrete semplicemente fare attenzione ai modi e ai tempi in  cui andrete ad utilizzarle.

Metodo di utilizzo

Chi per la prima volta si appresta ad acquistare e ad utilizzare questo strumento, spesso potrebbe pensare che il metodo di utilizzo sia complicato. In realtà, se siete già abituati ad utilizzare una normalissima lavatrice oppure un’asciugatrice, allora non dovreste avere problemi nell’utilizzare questo strumento. Vediamo però quali sono i passaggi da seguire per utilizzare questo elettrodomestico al meglio:

  1. Per prima cosa andate a dividere gli indumenti prima di lavarli. Non caricate troppo il cestello.
  2. Avviate il lavaggio dei vostri indumenti.
  3. Una volta terminato il lavaggio, svuotate il cestello per metà. Questa è un’operazione necessaria perchè, come abbiamo visto, la capacità di carico di asciugatura è minore di quella di lavaggio.
  4. Una volta dimezzati gli indumenti presenti nel cestello, stendeteli con le mani in modo da evitare la formazione di pieghe.
  5. Avviate il processo di asciugatura, selezionando temperatura e valore di umidità.
  6. Al termine dell’asciugatura, tirate fuori i vostri vestiti.

La manutenzione

Che dire delle azioni di manutenzione? Trattandosi di un elettrodomestico di dimensioni importanti e caratterizzato da numerose funzioni, la lavasciuga potrebbe richiedere degli interventi di manutenzione nel corso del tempo, in modo da preservarne intatta la qualità e le capacità.

Non si tratta comunque di grossi interventi di manutenzione, tranne nel caso in cui si guasti e siate costretti a rivolgervi a un tecnico specializzato. La manutenzione potrebbe includere la rimozione e la pulizia del filtro. Oppure una semplice pulizia dell’elettrodomestico che dovrebbe essere svolta in modo periodico e regolare in modo da mantenerla in buona salute e da garantirle una durata maggiore. Sono questi quindi gli interventi di manutenzione più comuni, interventi che per certi versi sono molto simili a quelli di una classica lavatrice.

Interventi di manutenzione e pulizia specifici

Possiamo dividere questi interventi in due categorie principali:

  • Pulizia dell’elettrodomestico. Per quanto riguarda la pulizia, sarebbe bene seguire le indicazioni che sicuramente troverete nel libretto di istruzioni. Comunque sarebbe consigliabile pulire regolarmente sia l’esterno che l’interno, ma sopratutto l’interno, ossia cestello e cassetto del detersivo dove potrebbero rimanere residui che causerebbero problemi all’apparecchio. Dovreste quindi accertarvi che nel cestello e nel cassetto del detersivo non rimangano pezzi di tessuto oppure altri elementi che possano causare danni.
  • Rimozione e pulizia del filtro. La pulizia del filtro è un aspetto importantissimo, in quanto garantisce una maggiore durata della lavasciuga e vi permetterà anche di ottenere prestazioni migliori. Il filtro va rimosso regolarmente, ovviamente ad apparecchio spento, e va lavato sotto l’acqua corrente. Una volta lavato, potete rimetterlo al suo posto immediatamente, assicurandovi che l’abbiate posizionato correttamente.

I modelli più diffusi

In commercio sono presenti numerosi modelli e ognuno di essi è caratterizzato da diverse funzioni e programmi. Ma quali sono quelli più utilizzati e popolari? Possiamo dividerle principalmente in 2 categorie che si differenziano per la tecnologia di asciugatura che sfruttano.

  • A condensazione
  • Ad espulsione

Lavasciuga a condensazione

Questo modello è caratterizzato dalla presenza di un condensatore integrato, cioè un serbatoio nel quale viene raccolto il vapore acqueo derivante dal processo di asciugatura dei vostri indumenti. Si differenzia dagli altri per la presenza all’interno della struttura di un condotto in cui viene nebulizzata acqua fredda. L’acqua, passando attraverso il condotto, permetterà la condensazione del vapore. Invece l’acqua in eccesso prodotta da questo processo verrà poi raccolta in una vaschetta che dovrà essere svuotata in modo regolare..

Questo modello presenta il vantaggio della facilità di installazione; infatti può essere installata come una qualsiasi lavatrice o asciugatrice. L’unico svantaggio è dover controllare il livello di acqua all’interno della vaschetta e svuotarla in modo regolare. Questo svantaggio però è stato quasi risolto, infatti nei modelli più moderni, la vaschetta dà il segnale di riempimento o addirittura non viene più usata, infatti l’acqua in eccesso viene eliminata direttamente attraverso il tubo dell’acqua.

Lavasciuga ad espulsione

Invece la lavasciuga ad espulsione, anche detta ad evaporazione si differenzia per il metodo di espulsione dell’acqua in eccesso prodotta dal processo di asciugatura. La struttura in questo caso non presenta un condensatore, ma piuttosto il vapore prodotto viene espulso direttamente attraverso un piccolo tubo.

Quindi non averete nessuna vaschetta da svuotare regolarmente, ma dovrete preoccuparvi però di un altro elemento. Infatti vanno installate in un punto della casa dove sarete sicuri di non avere problemi derivanti dall’umidità prodotta dal dispositivo. Il luogo ideale dovrebbe essere un locale arieggiato, come per esempio un garage, un ripostiglio oppure un balcone coperto. Non è consigliabile invece  installarle all’interno della casa perchè potrebbero causare problemi di umidità.

Confronto tra i due modelli

Quali sono quindi le differenze sostanziali? Come abbiamo potuto notare dalle informazioni che abbiamo preso in esame, queste due lavasciuga funzionano esattamente nello stesso modo.

L’unica differenza tra la tecnologia a condensazione e quella ad espulsione riguarda il metodo in cui viene eliminata l’acqua in eccesso prodotta dal vapore durante il processo di asciugatura.

Mentre il modello a condensazione è dotato di un condensatore che permette di andare ad espellere il vapore in eccesso trasformandolo in acqua e versandolo in una vaschetta integrata nella struttura, quello ad espulsione funziona in modo diverso. Infatti va ad eliminare il vapore in eccesso attraverso un piccolo tubo integrato nella struttura. Il vapore andrà quindi a uscire direttamente dal tubo e non sarà presente nessuna vaschetta di raccolta che dovrete svuotare. Per quanto riguarda invece il loro processo di funzionamento e di utilizzo, non vi è alcuna differenza tra i due modelli.

L’importanza della capienza

Abbiamo già stabilito che la capienza del cestello è un elemento piuttosto importante di cui tenere conto. Si tratta infatti di una caratteristica essenziale da valutare prima dell’acquisto.

La capienza rappresenta la capacità di carico totale del cestello; in parole parole è il valore che indica la quantità di indumenti, asciutti e bagnati, che potrete inserire all’interno del cestello.

E’ un elemento importante da valutare in modo da capire il reale utilizzo che potrete farne. Una capienza fin troppo piccola potrebbe causarvi problemi, in quanto non vi permetterebbe di lavare e asciugare tutti i capi che vorreste. Al contrario, una capienza esagerata per le vostre esigenze, comporterebbe dei consumi eccessivi. Proprio per questi motivi è importante valutare la capienza e valutare se si adatta alle vostre necessità. Tenete conto che di media una buona capienza si aggira intorno ai 6\8 kg per il lavaggio, e sui 4\6 kg per l’asciugatura.

I consumi

I consumi di una lavasciuga sono ormai, grazie alle tecnologie sfruttate, molto simili a quelli di una lavatrice o di un’asciugatrice. Se sceglierete un elettrodomestico di classe energetica elevata, almeno una tripla A, anche i consumi saranno minori e non eccessivi.

Ma un altro elemento che va ad influenzare i consumi è sicuramente la potenza. Di norma un modello classico registra una potenza che si aggira intorno ai 1500\2000 watt. In questi casi i consumi saranno abbastanza contenuti, ovviamente se non usate continuamente l’elettrodomestico. Una potenza maggiore invece non è consigliata perchè causerebbe dei consumi eccessivi e sopratutto vi impedirebbe di utilizzare questo strumento in contemporanea con un altro elettrodomestico.

I programmi più utili

I programmi più utilizzati possono essere relativi sia all’asciugatura che al lavaggio e sono solitamente realizzati in modo da dare al consumatore un certo grado di personalizzazione nell’utilizzo dell’elettrodomestico. Vediamoli insieme:

  • Programmi di lavaggio dedicati a: cotone, sintetici, lana, seta, jeans e pelli sensibili.
  • Risciacquo
  • Centrifuga
  • Eco, con risparmio di energia.
  • Rapido, con cicli di lavaggio ridotti.
  • Intensivo, per sporco ostinato.
  • Prelavaggio, per capi molto sporchi.
  • Stiratura facile, per facilitare il processo di stiratura.

Marchi specializzati

In commercio esistono numerosi modelli di lavasciuga e sono numerosi anche i marchi specializzati nella produzione e nella vendita di questi dispositivi. Nella lista che segue sono menzionati i marchi più popolari:

  • Samsung
  • Miele
  • Whirlpool
  • Hotpoint Ariston
  • LG
  • Rex Electrolux
  • Indesit

Se volete assicurarvi di acquistare uno strumento di ottima qualità e che risulti pratico e funzionale, allora dovreste valutare questi marchi. Avrete una garanzia in più per quanto riguarda la qualità dei materiali e della struttura.

Consigli per la scelta della miglior lavasciuga in commercio

Ricapitolando quindi, come potete assicurarvi di scegliere la miglior lavasciuga in commercio? Come abbiamo visto dalle informazioni prese in esame in questo articolo, questi elettrodomestici sono davvero molto utili. Prima di acquistarne una, dovreste valutare determinate caratteristiche come: capienza del cestello, materiali e struttura, programmi e funzioni, potenza.

Se terrete conto dei semplici consigli che abbiamo preso in esame, avrete la certezza di acquistare e utilizzare una lavasciuga che sarà funzionale e che diventerà un’alleata indispensabile in casa!

Ilaria Perreca

Blogger, lettrice accanita e appassionata di scrittura. Ho iniziato a scrivere negli anni del liceo e mi sono immediatamente innamorata di questo lavoro. Collaboro da anni come articolista freelance a Blog letterari e altri siti di vario genere. Scrivo di libri, film, serie tv e sopratutto di tecnologia.  Sono un’amante della tecnologia in ogni sua sfaccettatura e per questo adoro scrivere articoli che la riguardano.

Migliori prodotti recensiti

Back to top
Lavasciuga Migliore